Translate

Testimonianza:a Manduria c'è la Madonna



Anna ci scrive... Cari amici del neonato Blog intanto i miei complimenti per l’iniziativa intrapresa che vi fa onore. Vorrei contribuire al vostro lavoro con la mia testimonianza che vi prego pubblicare con il nome per esteso. Dal 24-06-2002 frequento Manduria, cerco di non mancare la preghiera il 23 o al 1° venerdì del mese. Sin dal primo momento la mia vita spirituale...
 e quella della mia famiglia è cambiata completamente. Dopo una prima visione di qualche scritto ho letto con avidità tutti i libri della “ Sapienza Rivelata del Dio Vivente”. Meditando questi diari non ho avuto dubbi: ho subito creduto e capito la provenienza di quella “farina buona” impastata nella fragilità della ricevente. Dei tanti messaggi mi è rimasto impresso: “… chiunque entrerà nella Celeste Verdura, non tornerà più a casa come prima … molti mi vedranno di persona e a molti farò vedere i miei segni …”.Ho chiesto al Signore dei segni per accrescere la fede, e me li ha fatti vedere e sentire, come profumi di rose, di incenso durante la preghiera, foto particolari (che allego) scattate lungo la Via Dolorosa Mariana, (ove si vede tra l’ albero dell’ apparizione e il cielo una sagoma luminosa) ed inoltre effusioni di olio da un’immagine raffigurante l’ Eucarestia, il cui profumo ha inondato per circa una mese la mia casa, profumo che da alcuni familiari era avvertito dall’ uscio di casa e da altri per nulla (luogo con cui Debora non è mai venuta a contatto).Questi fatti, che per alcuni sono discutibili, della cui provenienza sono certa e convinta, non potranno contestare il radicale cambiamento di...
vita quotidiana e il miglioramento della mia salute.Dal 24 giugno 2002, ho cercato di mettermi alla sequela di Cristo con la pratica del Vangelo trasmettendo prima in famiglia poi intorno, la gioia di essere cristiani e diffondendo i messaggi della SS.ma Vergine dell’ Eucarestia.
Le croci non sono mancate: mia figlia si è ammalata di tumore ed io, un anno dopo, di leucemia. Non mi sono scoraggiata, ho pregato e ho chiesto preghiera alla nostra cara Debora, mia figlia è guarita, ed io, dopo un lungo periodo di sofferenza ho avuto la grazia di trovare il donatore per il trapianto del midollo. Credo che le malattie siano state le più grandi grazie perché misteriosamente accettate e ancora più misteriosamente o8uofferte con amore a Colui che tutto opera per il nostro bene.Ma particolarmente intensi di grazie spirituali sono stati i miei lunghi ricoveri in ospedale, ove in completo isolamento, ho avuto tanto tempo per rivedere la mia vita,pregare e diverse volte avvertire ispirazioni che non potevano venire dalla mia mente.Tutte le volte che mi reco alla Celeste Verdura resa tale dall’amorevole lavoro encomiabile dei volontari, dopo aver pregato, cantato o fatta la via Crucis, torno a casa rinnovata, con una pace indescrivibile nel cuore, che sazia e fa felice a tal punto dal pensare di essere stati in Paradiso per qualche tempo.Chi confida nel Signore è come il monte Sion: non vacilla ed è stabile per sempre …( salmo 124) .Scrivo questo a gloria di Dio e a conferma di quanti ancora non hanno compreso l'operato della Ss.ma Vergine dell’ Eucarestia dal 1992 a Manduria in maniera speciale.Dico inoltre, per tutti coloro che invece hanno deciso di non credere, di guardare i frutti che questo albero produce, di chiedere luce al Signore per fuggire la tentazione di ostacolare quest’ Opera non spiegabile con la sola ragione; basta con questa eccessiva… prudenza!!!
A. Casole 26 gennaio 2011




4 commenti:

  1. Sono Sonia e penso che queste foto siano forti! verroò anche io a Manduria perchè credo che sia un posto speciale anche per guarire il cuore ferito.Bisognerebbe parlare di più perchè non è molto conosciuta anche perchè si dice al nord quelli del luogo si divertono a farti fare il gioco dell'oca.Non è una bella cosa c'è solo da vergognarsi

    RispondiElimina
  2. Frequento anche io da anni la Celeste Verdura e devo dire che ogni volta il tempo sembra fermarsi. Conferma del fatto che una volta tornata a casa, sento il peso della realtà. La nostalgia del luogo mi assale ma il mio cuore è appagato dall'Amore ricevuto. Non avrei nessun motivo per testimoniare il contrario ...

    RispondiElimina
  3. Maria Rosaria Montagna9 febbraio 2011 14:37

    La foto scattata da mia madre a Manduria non è l'inizio della Fede, ma l'ennesima conferma della presenza di Dio tra noi. C'è ancora chi non crede e si lascia sfuggire il dolce profumo di Paradiso che già si respira sulla Terra.
    Mi chiamo Maria Rosaria. Io, che ero la prima a non credere a niente, a negare tutto, a rimanere ferma nella mia sterile razionalità, ora sono qui a dare la mia FERMA testimonianza!
    Nel nome di Gesù e per azione del Suo Santo Spirito infuso in noi in preghiera, tante volte ho chiesto alla Vergine dell'Eucaristia, e poi ottenuto, di diventare anche per un breve istante servo della vigna del Signore e Suo strumento,ma solo a Gloria di Dio.
    Che motivo avrei ora per parlarvi di questo, quale tornaconto se non la gioia di sapere salvo un mio fratello?
    Debora, raccolta in preghiera con tutto il suo amore per Dio, ha infiammato un'anima tiepida come la mia. Da allora, per me, è seguito un grande cammino ricco di cadute e burrascose prove e croci, ma reso saldo da Preghiere, Digiuni, Vie Dolorose Mariane in ginocchio e tanta Testimonianza, fatta con le Parole e con l’Esempio
    Abbiamo tutti sete di Dio e del Suo Amore, ma per paura di rimanere delusi, non Gli chiediamo niente, non Gli parliamo e Lo lasciamo all'ultimo posto, dietro i nostri vizi e le attività con cui occupiamo il nostro tempo prezioso.
    Ho parlato ai miei amici dello sguardo innamorato di Gesù per noi, ed ho visto i loro occhi brillare e perdersi dietro l'infinito celeste che scalda e alleggerisce i cuori. Gesù nei miei discorsi, prima vuoti e insipidi, ha portato gioia nella mia vita, soprattutto nei momenti più NERI, perchè l'ha riempita di senso e di Amore.
    Gesù ci chiede di aprirGli il cuore... Egli è già lì che aspetta e nel "silenzio" ci parla. A Manduria, come in tanti altri posti di preghiera (nei quali il Signore e la Madonna hanno veramente appoggiato il Loro piede) si sente una presenza viva e palpitante che aspetta ognuno di noi.

    M.R.Montagna, 9 febbraio 2011

    RispondiElimina
  4. Non trovo le parole per dire quanta commozione mi provocano le parole di Anna e di Maria Rosaria. Anna una donna straordinaria, forte e piena di Fede, Maria Rosaria, sua figlia e mia carissima amica, una ragazza altrettanto straordinaria a cui voglio un bene immenso.
    Loro hanno saputo mettersi in ascolto del Signore con grande attenzione e con il cuore in mano. Dovremmo farlo tutti quanti. Perchè -come ha scritto Maria Rosaria- Lui è lì che ci aspetta e che nel silenzio ci parla..

    RispondiElimina